Siamo Valeria e Gaspare, compagni di vita e titolari del microbirrificio PitanBeer, produciamo birra seguendo una filiera a 360°. Per noi produrre birra è un continuo scoprire tutte le potenzialità (gusto, aroma, profumo) dei vari malti base e speciali, e della molteplice varietà di luppoli con tutte le loro sfaccettature. In Sicilia è assolutamente normale e scontato avere a che fare con il buon vino, così produrre Buona Birra è una sfida che dobbiamo ogni giorno affrontare. Ma con la nostra passione, il nostro coraggio e la nostra caparbietà riusciamo a fronteggiare.

Cerchiamo di ricreare gli stili più importanti delle birre, con una grande attenzione alle origini. Quindi nelle nostre birre solo acqua, malto, luppolo, lievito e tanta passione. Niente aggiunta di altro. La produzione avviene a Favara, con un impianto molto semplice a tre tini che è la fotocopia ingrandita dell’impianto da homebrewers. Le birre come le nostre, non filtrate e non pastorizzate, con ingredienti di primissima qualità (direi anche a km zero perchè provengono dalle nostre coltivazioni), luppoli rigorosamente freschi in fiore, son quelle birre che riscontrano una certa ricercatezza, per quella clientela più esigente che in fondo, oltre al buono, cerca la genuinità.

Il birrificio è nato nel 2019 dopo tanti anni di sperimentazioni, progettazioni e studi.

Il nome PitanBeer: Pitan è l’anagramma di Pinta (la giusta dose per gustare una buona birra), che coincide al nostro cognome abbreviato “Pitan..za”.

Il simbolo scelto per il nostro logo è la Luna, satellite naturale che orbita intorno alla terra influenzando il ciclo vitale degli esseri viventi umani e vegetali, comprese le coltivazioni dei cereali.  Il suo nome proprio viene talvolta utilizzato come sinonimo di satellite anche per i corpi celesti che orbitano attorno ad altri pianeti.

Infatti abbiamo usato per ogni tipo di birra il nome della  luna di altri pianeti associandoli alla tipologia.

Follow Me!